Hai bisogno di studiare un po’ di matematica?

Per stabilire se hai bisogno di studiare un po’ di matematica, puoi provare a rispondere alle seguenti elementari domande.
Puoi rispondere alle domande con un semplice ragionamento e quasi sempre senza uso di conti e calcolatrice.
Non è nemmeno necessario rispondere in un tempo prestabilito.
Puoi arrivare alle risposte in vario modo: io consiglio di ispirarsi al buon senso.

1. Domanda.-
Un tale vuole recintare un terreno di forma rettangolare. Sapendo che la rete utilizzata costa 10 euro al metro lineare, cosa deve fare per sapere quanto gli costerà l’acquisto della rete necessaria a recintare tutto il terreno?

2. Domanda.-
Una vasca a forma di parallelepipedo ha per base un rettangolo avente le dimensioni di 25 cm e 10 cm. Se nella vasca vengono versati 2500 litri di acqua, a quale altezza arriverà l’acqua?

3. Domanda.-
Un salumiere compra 25 kg di salame per euro 300 e vuole guadagnare dalla vendita di ogni 100 gr di salame il 10% di quanto investito.

A quanto deve vendere un etto di salame?

4. Domanda.-
Un biglietto di una lotteria costa 2 euro e il numero totale di biglietti è 90. Determinare in almeno tre modi diversi il ricavo dalla vendita di tutti i 90 biglietti nel caso si vendessero tutti con la formula ” 5 euro per 3 biglietti”.

5. Domanda.-
Maria ha ipotizzato che: “Tutti i ragazzi di età compresa tra 10 e 18 anni della sua città, che conta ben 5345 ragazzi, hanno i capelli neri”.
Se Antonio ritiene falsa la congettura da Maria come può provarlo nella maniera più rapida?

6. Domanda.-
Un italiano vuole andare in vacanza negli Stati Uniti. Gli conviene di più il cambio di 3 euro per 4 dollari, o di 4 euro per 5 dollari?

 7. Domanda.-
Un supermercato vuole fare un’offerta commerciale per acquisire nuovi clienti.
E’ migliore per il cliente un’offerta del tipo pago 2 e prendo 3 o una del tipo pago 3 e prendo 4?

8. Domanda.-
Un’ora è formata da 60 minuti. Quindi  1,2 ore corrispondono a 72 minuti. Vero o falso?

9. Domanda.-
0,4 euro sono 40 centesimi e 0,4 anni sono 4 mesi?

10. Domanda.-
Se il primo premio di una gara è il 35% delle quote versate dagli iscritti alla gara, e se il terzo premio, pari al 25% di quanto versato, è di euro 1500, stabilire l’ammontare del primo premio.

11. Domanda.-
Un tale vuole investire in borsa un capitale. Allora decide di investire 10000 euro al 3%, 5000 euro al 7% e 2000 euro al 10%.
Può dunque concludere di aver ricavato un interesse del 20% sul totale della somma investita?

12 . Domanda.- 
Cinque negozianti offrono, mediante un manifesto pubblicitario, uno sconto del 10% per acquisti presso la propria azienda.
Riccardo, leggendo il manifesto, si rende conto che può avere uno sconto del 10% presso ognuna delle cinque aziende e conclude dunque che in totale avrà uno sconto del 50%, ossia che spendendo in totale 100 euro ne risparmierà 50.
E’ corretto il ragionamento?

13. Domanda.-
In tempi di saldi un commerciante espone un vestito al prezzo speciale di 300 euro. Sapendo che il prezzo di vendita prima dei saldi era di 400 euro, calcolare la percentuale di sconto che ha fatto il commerciante.

14. Domanda.-
Un commerciante vuole fare un’offerta vendendo un prodotto con il recupero delle sole spese di acquisto e dell’Iva. Se il prodotto viene messo in vendita a 1000 euro iva (20%) inclusa, quanto è costato il prodotto al commerciante?

15. Domanda.-
Un commerciante vende una libreria al prezzo di 500 euro (iva esclusa) e da scontare del 40%. Un cliente chiede al commerciante il prezzo finale della libreria e il commerciante armato di una calcolatrice esegue il seguente calcolo:  scrive 500 euro sulla calcolatrice e poi aggiunge l’iva (20%), infine sulla somma trovata esegue lo sconto del 40% ed ottiene il prezzo finale di 360 euro (costo libreria).
Il cliente un po’ stizzito dice al commerciante: “mi stai facendo lo sconto anche sull’Iva che si versa interamente allo Stato?”
Il commerciante risponde che si ottiene sempre lo stesso valore (360 euro) facendo prima lo sconto (40%) e poi aggiungendo l’Iva (20%).
Il commerciante ha ragione o stava cercando di imbrogliare il cliente?

16. Domanda.-
La signora Ida deve stabilire quanto richiedere per una determinata prestazione. Decide allora di fare due proposte:
a) 1000 euro d’anticipo + 10% sulle vendite di un prodotto A;
b) 200 euro d’anticipo + 25% sulle vendite del prodotto A.
Quale proposta è più conveniente? In quale caso sono indifferenti?


E’ evidente che se ti senti in difficoltà a trovare le risposte devi mettere un po’ “d’ordine” dentro di Te.

Precedente La congettura di Goldbach Successivo Non sei portato per la matematica